Menu
Friday, 20 Luglio 2018
A+ A A-
AITA informa

AITA informa (5)

GENOVA VETRINA DELLE TECNOLOGIE ADDITIVE

AITA-ASSOCIAZIONE TECNOLOGIE ADDITIVE, IIS-ISTITUTO ITALIANO DELLA SALDATURA e ANSALDO ENERGIA, con il patrocinio di 31.BI-MU (fieramilano, 9-13 ottobre 2018, www.bimu.it), FONDAZIONE UCIMU e UNINFO, organizzano il convegno Tecnologie additive, un’opportunità da cogliere, con la presenza di esponenti di spicco del settore che presenteranno casi di studio attinenti al mondo industriale.

Per maggiori info: http://www.aita3d.it/events/genova-vetrina-delle-tecnologie-additive/

Leggi tutto...

Tecnologie additive, un’opportunità da cogliere

5 luglio 2018, ore 9.30- 13.30

IIS – Istituto Italiano della Saldatura (sala convegni "Ugo Guerrera")
Via Lungobisagno Istria 15/A, Genova


nel pomeriggio, visita al lighthouse plant di Ansaldo Energia

 
ISCRIZIONE

Le tecnologie additive, ormai uscite dalla nicchia della prototipazione, sono in grado di portare un grande contributo, sia alle grandi aziende che alle PMI, nell’adozione dei paradigmi di Industria 4.0, a patto di essere correttamente scelte e inserite nel contesto aziendale.

Scopo dell’evento, organizzato da AITA-ASSOCIAZIONE TECNOLOGIE ADDITIVE, IIS e ANSALDO ENERGIA, con il patrocinio di 31.BI-MU (fieramilano, 9-13 ottobre 2018, www.bimu.it) e FONDAZIONE UCIMU,  è proprio quello di fornire alle aziende che utilizzano (o intendono utilizzare) le tecnologie additive

·        gli elementi per fare chiarezza sulle loro potenzialità e limiti;
·        un approccio integrato per la definizione dei prodotti e la scelta dei materiali (in particolare, polimeri e metalli) e dei processi;
·        le indicazioni per creare un contesto applicativo che sia efficace ed efficiente dal punto di vista tecnologico ed economico;
·        gli aspetti di sicurezza informatica che si connettono alle tecnologie additive e, più in generale, alla manifattura digitale.

Questo obiettivo sarà conseguito grazie alla presenza di esponenti di spicco del settore, collegati alle realtà del territorio, che presenteranno casi di studio attinenti al mondo industriale.

 Cordiali saluti.
 
Programma in allegato


Enrico Annacondia                                  Bruno Maiocchi

Le informazioni contenute nella presente comunicazione e i relativi allegati possono essere riservate e sono, comunque, destinate esclusivamente alle persone o alla Società sopraindicati e non sono da considerarsi comunicazioni personali, quindi eventuali risposte potranno essere conosciute da persone appartenenti all’azienda. La diffusione, distribuzione e/o copiatura del documento trasmesso da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario è proibita ai sensi dell’art. 616 c.p.
I dati forniti verranno utilizzati ai sensi dell'art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 – GDPR, anche tramite soggetti esterni, al fine di permettere l'espletamento degli adempimenti informativi, amministrativi e contabili connessi al rapporto contrattuale.
Se ha ricevuto questo messaggio per errore Ti preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente contattandoci mandando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
 
AITA-ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNOLOGIE ADDITIVE sede legale Viale F. Testi 128, 20092 Cinisello Balsamo-MI- C.F. 97707770158

Leggi tutto...

Bando INAIL per sicurezza nelle aziende

Fino al 31 maggio è possibile partecipare al bando Inail per finanziare la sicurezza nelle aziende. Lo scopo è quello di incentivare il miglioramento dei livelli di salute e di sicurezza nei luoghi di lavoro. L’Inail mette 249 milioni di euro a disposizione delle aziende, anche individuali, iscritte alla Camera di Commercio e degli enti del terzo settore. Lo stanziamento è diviso in cinque assi su diversi temi che interessano la tutela dei lavoratori e la riduzione dei rischi per la loro salute.

L’obiettivo principale del bando Inail per finanziare la sicurezza nelle aziende, cioè incentivare il miglioramento dei livelli di salute e di sicurezza nei luoghi di lavoro. Ma l’Istituto ne cita altri come:

  • incentivare le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli all’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature di lavoro con soluzioni innovative per abbattere le emissioni inquinanti;
  • migliorare il rendimento e la sostenibilità globali;
  • ridurre il livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

L’Inail ha individuato nel suo bando per finanziare la sicurezza nelle aziende cinque assi così articolati:

  • asse di finanziamento 1: riguarda i progetti di investimento e per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
  • asse di finanziamento 2: comprende i progetti per ridurre il rischio da movimentazione manuale di carichi;
  • asse di finanziamento 3: interessa i progetti di bonifica da materiali contenenti amianto;
  • asse di finanziamento 4: include i progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori;
  • asse di finanziamento 5: contiene i progetti per micro e piccole imprese del settore della produzione primaria dei prodotti agricoli.

249 milioni di euro sono destinati al bando e il finanziamento, in conto capitale, è calcolato sulle spese considerate ammissibili al netto dell’Iva.

Per gli assi 1, 2, 3 e 4 il contributo viene erogato nella misura del 65% con questi limiti:

  • assi 1, 2 e 3: fino ad un massimo di 130 milioni di euro ed un finanziamento minimo ammissibile di 5 milioni di euro. Le imprese fino a 50 dipendenti che presentano dei progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale non hanno un limite minimo di finanziamento;
  • asse 4: fino ad un massimo di 50 milioni di euro ed un minimo ammissibile di 2 milioni di euro;
  • asse 5: fino ad un massimo di 60 milioni di euro ed un minimo ammissibile di 1 milione di euro. Per le imprese agricole in generale, il finanziamento viene erogato nella misura del 40%, mentre per i giovani agricoltori nella misura del 50%.

La domanda per accedere al bando Inail per finanziare la sicurezza nelle aziende va presentata entro le ore 18 del 31 maggio 2018 per via telematica sul sito dell’Istituto. Il titolare dell’impresa deve inserire nell’apposito modulo i dati dell’impresa e del progetto (e del costo stimato) per il quale intende chiedere il finanziamento. Dati che determinano un certo punteggio in base al quale la richiesta verrà ritenuta ammissibile o meno. Il minimo previsto è 120 punti. Verranno favorite le imprese di dimensioni più piccole.

Leggi tutto...

I Lighthouse Plant del Cluster Fabbrica Intelligente

Lo scorso 20 aprile si è tenuto a Genova, presso lo stabilimento di Ansaldo Energia, il convegno pubblico “I Lighthouse Plant del Cluster Fabbrica Intelligente” che ha visto la partecipazione di oltre 130 persone in rappresentanza di aziende, università, enti di ricerca e istituzioni.
L’evento, organizzato in occasione della V Assemblea Generale del Cluster Tecnologico Nazionale Fabbrica Intelligente, rappresenta una pietra miliare lungo il percorso di crescita del Cluster che, unico nel suo genere, ha saputo creare una comunità formata da tutte le anime del manifatturiero avanzato italiano: oggi, il CFI registra 260 membri, tra mondo industriale, scientifico e istituzionale, con una forte presenza di piccole e medie imprese, che operano costantemente nel solco dell’innovazione tecnologica e della Ricerca & Sviluppo.

L’evento genovese è stata l’occasione per presentare il Lighthouse Plant di Ansaldo Energia, primo dei quattro Lighthouse Plant che il Cluster Fabbrica Intelligente (CFI) ha selezionato, per conto del Ministero dello Sviluppo Economico, quali Impianti Faro del Piano Impresa 4.0.

 

Leggi tutto...

Tecnologie additive a portata di mano

A partire da aprile 2018, AITA-ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNOLOGIE ADDITIVE, con il patrocinio di Fondazione UCIMU e 31.BI-MU (fieramilano, 9-13 ottobre 2018), organizzerà una serie di convegni a partecipazione gratuita, che si terranno in varie città italiane.

L’obiettivo è quello di fornire alle aziende che utilizzano (o intendono utilizzare) le tecnologie additive

  • gli elementi per fare chiarezza sulle loro potenzialità e limiti;
  • un approccio integrato per la definizione dei prodotti, nonché la scelta dei materiali (in particolare, polimeri e metalli) e dei processi;
  • le indicazioni per creare un contesto applicativo che sia efficace ed efficiente dal punto di vista tecnologico ed economico.

Questo risultato sarà conseguito grazie alla presenza di esponenti di spicco del settore, collegati alle realtà del territorio, che presenteranno casi di studio attinenti al mondo industriale.

Gli eventi saranno indirizzati verso le specifiche realtà territoriali che li ospiteranno, al fine di orientare le aziende partecipanti tramite un immediato link con la loro produzione.

Per questo motivo, la scaletta non si limiterà ad affrontare il solo aspetto della fabbricazione dei pezzi, ma descriverà l’intera “catena del valore additiva”, partendo dalla progettazione e dalle considerazioni economiche per giungere alle tematiche di collaudo e qualificazione dei manufatti realizzati.

Il primo convegno itinerante è stato ospitato, il 12 aprile, da AMMA e Unione Industriali Torino ed è in fase di organizzazione il successivo evento a Genova, previsto per inizio luglio. A breve, saranno disponibili ulteriori informazioni.

È inoltre prevista un’”edizione speciale” a 31.BI-MU, c/o il Club Tecnologie Additive di AITA, che contribuirà a confermare il ruolo di questa manifestazione fieristica come il principale evento per il settore della manifattura additiva.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Mercato

Comunicazione tecnica per l'industria