Menu
Wednesday, 17 Ottobre 2018
A+ A A-
AITA informa

AITA informa (13)

AITA a 31.BI-MU

31.BI-MU (fieramilano, 9-13 ottobre 2018, www.bimu.it) vedrà un’interessante partecipazione di soci AITA, a riprova che il settore sta assumendo un ruolo di rilievo nel panorama delle tecnologie a disposizione del manifatturiero meccanico, sia a livello italiano che internazionale.

Punto di incontro “additive” sarà lo stand di AITA (Pad.11 – E 195), il “Club tecnologie additive”, iniziativa che comprende le seguenti attività

       1. Area espositiva Additive

Nei pressi dello stand di AITA saranno presenti importanti player del settore

    2. BIMU+additive

Presso lo stand di AITA, i soci espositori terranno degli speech, analizzando le varie sfaccettature delle tecnologie additive.

Per coprire degli importanti aspetti “trasversali” alle applicazioni delle tecnologie additive, nell’ambito del calendario saranno inclusi

  •      la presentazione della “Linea di indirizzo. La sicurezza nelle tecnologie additive per metalli. Fusione o sinterizzazione a letto di polvere”, realizzata da AITA e INAIL;
  •     l’evento di METALS, il progetto europeo per creare skill sulla tecnologia additiva e la manifattura avanzata.

SOCI ESPOSITORI

CALENDARIO  

Leggi tutto...

Spring – il processo FDM

Il processo FDM (Fused Deposition Modeling)

Il processo FDM (Fused Deposition Modeling) è una tecnologia inventata da Stratasys che impiega un filo di materiale plastico contenuto in bobine per la realizzazione dei pezzi strato dopo strato.
Il sistema prevede almeno 2 bobine di materiale che alimentano una testa di estrusione. Il processo prevede che siano sempre presenti 2 materiali:

  • materiale di “Modello”(necessario a generare il pezzo)
  • materiale di “Supporto”(necessario a sostenere le parti in sottosquadra del pezzo)

Il filo contenuto nelle bobine viene spinto fino alla testa da cui viene estruso il materiale.
La testa è dotata di 2 estrusori calibrati riscaldati che sciolgono il materiale e lo depongono sul piano di lavoro con un movimento X-Y.

A pezzo ultimato lo si estrae dalla camera di lavoro e si procede a rimuovere il supporto depositato in automatico dal processo; una volta rimosso tutto il supporto il pezzo è pronto.

I materiali

La tecnologia FDM (Fused Deposition Modeling) viene utilizzata con termoplastiche di produzione per realizzare parti durature e resistenti con caratteristiche di precisione, ripetibilità e stabilità nel tempo.

Spring Srl dispone di un’ampia gamma di possibilità per produzione additiva: materiali trasparenti, colorati, biocompatibili e termoplastiche resistenti ad elevate prestazioni. Questa varietà consente di ottimizzare i vantaggi della stampa 3D nell’intero ciclo di sviluppo e produzione.

 

I vantaggi

  • Riduzione di tempi e costi di produzionerispetto alla tecnologia tradizionale
  • Maggiore libertà progettualee possibilità di realizzare geometrie estremamente complesse
  • Nessun utilizzo di attrezzature e stampi
  • Possibilità di realizzare particolari monolitici di grandi dimensioni fino a 900x600x900mm
  • Disponibilità di materiali tecnici altamente performanti e certificati (autoestinguenti VO, certificazione FAR etc..)

Le applicazioni

La tecnologia FDM e i materiali disponibili sul mercato ci permettono di produrre sia prototipi che particolari definitivi e funzionali adatti all’impiego diretto. Si possono inoltre realizzare maschere di lavorazione, dime e attrezzature di produzione.

I settori

I settori che possono trarre vantaggio dall’utilizzo della tecnologia FDM (Fused Deposition Modeling) sono molteplici. Dal settore dell’arredamento e design per realizzare prototipi destinati a fiere di settore, per test estetici o dimesionali fino ad arrivare al mondo del motorsport, automotive e dell’aeronautica, settori in cui sono richiesti materiali estremamente performanti e certificati.

Negli ultimi anni anche il settore dell’automazione industriale si è avvicinato all’Additive Manufacturing per la realizzazione di attrezzature per la movimentazione del prodotto e molto altro.

Leggi tutto...

Scheda TAV Vacuum – innovazione, tecnologia e qualità

Innovazione, tecnologia e qualità. Sono le parole chiave che guidano TAV VACUUM FURNACES dal 1984 e che hanno portato questa azienda ad essere leader nel settore dei forni a vuoto.
Tale risultato si è potuto raggiungere tramite una importante specializzazione ingegneristica, una progettazione originale ed una produzione che punta ad una elevata qualità, grazie ad una forte struttura di tecnici capaci di essere aggiornati per soddisfare le più diverse applicazioni nei settori avanzati.
La specializzazione nella produzione di forni ad alto vuoto ha consentito a TAV VACUUM FURNACES di sviluppare unità per trattamenti termici ad altissime temperature e livelli di vuoto al limite delle possibilità concesse oggi dai più sofisticati sistemi di pompaggio, come richiesto per il trattamento di materiali innovativi e prodotti sensibili, in campo spaziale ed aeronautico.
TAV VACUUM FURNACES dispone di un know-how esclusivo per raggiungere una alta produttività ed efficienza dei propri impianti, garantendo l’applicazione delle più rigorose normative in materia di sicurezza e ambiente.
Gli impianti TAV VACUUM FURNACES, prodotti sulla base delle specifiche esigenze dei clienti, sono utilizzati nei trattamenti termici di acciai, leghe, superleghe, materiali ceramici avanzati, nelle operazioni di tempra,
rinvenimento, solubilizzazione, ricottura, brasatura e sinterizzazione e trovano principalmente applicazione nei seguenti settori: trattamenti termici di parti trattate con fabbricazione additiva, produzione di scambiatori di calore, industria aeronautica/aerospaziale/automobilistica, industria IGT (Industrial Gas Turbine), industrie per trattamenti termici conto terzi, industria per la sinterizzazione di componenti (medicale, meccanica di precisione, ottica).
La profonda conoscenza dell’ingegneria del vuoto e della ingegneria delle alte temperature permette a TAV VACUUM FURNACES di rendere disponibili le proprie esperienze per risolvere le richieste più avanzate nei nuovi settori di applicazione dei trattamenti termici non convenzionali.

Leggi tutto...

AITA a 31.BI-MU

Dal 9 al 13 ottobre 2018, a fieramilano Rho, andrà in scena la 31esima edizione di BI-MU (www.bimu.it), la più importante manifestazione italiana dedicata all’industria costruttrice di macchine utensili ad asportazione, deformazione e additive, robot, automazione, digital manufacturing, tecnologie ausiliarie e tecnologie abilitanti.

AITA sarà presente con uno stand (pad.11, stand E 195) nell’ambito dell’area espositiva dedicata “Club Tecnologie Additive”, in cui i SOCI ESPOSITORI  svolgeranno speech delle proprie attività

  • informando i visitatori e gli operatori del settore sulle opportunità che le tecnologie additive offrono al settore manifatturiero meccanico;
  • creando un luogo di aggregazione tra tutti coloro che si interessano di manifattura additiva, delle relative applicazioni e tecnologie abilitanti.

A breve sarà disponibile il calendario degli speech.

PREREGISTRATEVI per entrare gratuitamente in fiera

Leggi tutto...

Paper sulla sicurezza delle tecnologie additive

Lo scorso 21 giugno, la sessione “Risk analysis and safety in standard” della conferenza “European Safety and Reliability Conference 2018” (https://www.ntnu.edu/esrel2018), svoltasi a Tronheim (Norvegia), ha ospitato la presentazione del paper “Safe utilization of Additive Machines: a guide for end-users“, realizzato congiuntamente da AITA-ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNOLOGIE ADDITIVE e INAIL.

Il paper, prefigurazione della linea di indirizzo sulla sicurezza delle macchine SLM e EBM, descrive le attività che INAIL e AITA-ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNOLOGIE ADDITIVE hanno svolto per supportare gli utilizzatori e tutti coloro che svolgono attività nel campo delle tecnologie additive. Il focus principale del lavoro è quello di descrivere i concetti base per la sicurezza. Il documento rappresenta un supporto fondamentale per l’implementazione delle misure di sicurezza, permettendo di identificare i rischi correlati e le relative misure di prevenzione e protezione. La linea di indirizzo derivante sarà quindi un supporto all’applicazione del “Decreto Legge 81”, ossia lo strumento legislativo che in Italia regola la sicurezza dei luoghi di lavoro. Viene anche analizzato il rapporto tra le macchine additive sopra menzionate e la “Direttiva Macchine” (Direttiva 2006/42/CE, implementata dal  D.Lgs. 17/10).

I contenuti del paper saranno presentati mercoledì 10 ottobre 2018, alle 10.30, c/o lo stand di AITA (pad.11- stand E 195) a 31.BI-MU (fieramilano, 9-13 ottobre 2018, www.bimu.it)

Leggi tutto...

MISE – macchinari innovativi

La misura Macchinari Innovativi è l’agevolazione messa a disposizione dal Ministero dello sviluppo economico con l’obiettivo di sostenere la realizzazione, nelle Regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia), di programmi di investimento diretti a consentire la transizione del settore manifatturiero verso la cosiddetta “Fabbrica intelligente”.

La misura sostiene gli investimenti innovativi che, in coerenza con il piano nazionale “Impresa 4.0” e la Strategia nazionale di specializzazione intelligente, consentono l’interconnessione tra componenti fisiche e digitali del processo produttivo, innalzando il livello di efficienza e di flessibilità nello svolgimento dell’attività economica, favorendo l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature strettamente funzionali alla realizzazione dei programmi di investimento, nonché programmi informatici e licenze correlati all’utilizzo dei predetti beni materiali.

La dotazione finanziaria complessiva dello strumento, come modificata dal DM 21 maggio 2018, è pari a euro 341.494.000,00.

Ulteriori informazioni

Leggi tutto...

Spring – particolari in Pekk

Spring Srl realizza particolari in Pekk (Antero 800NA)

Siamo orgogliosi di comunicare che dal mese di Luglio 2018 sarà disponibile un nuovo materiale compatibile con la tecnologia FDM (Fused Deposition Modeling): stiamo parlando di Pekk (Antero 800NA), un termoplastico dalle eccellenti caratteristiche tecniche.

Il Pekk si distingue principalmente per la sua elevata resistenza agli idrocarburi, agli agenti chimici e alle alte temperature, può essere sottoposto fino a 150°C senza subire alterazioni di alcun tipo. Oltre a queste peculiarità, il materiale offre estrema leggerezza e al contempo una significativa rigidità. Proprio per questi motivi può essere utilizzato per realizzare componenti utili alla fabbricazione di alta gamma, al settore petrolifero e gas, può essere impiegato in spazi ristretti, ambienti critici e sensibili.

Pekk (Antero 800NA): ideale per i settore aeronautico, aerospaziale e automotive

Le sue particolari caratteristiche (rigidità meccanica, leggerezza, stabilità dimensionale, elevata resistenza chimica e termica) ci permettono di utilizzare il materiale in campo aeronautico, aerospaziale e automotive in cui i componenti sono esposti in maniera prolungata a sostanze chimiche e combustibili. I sistemi professionali installati in azienda ci permettono di produrre parti in Pekk di dimensioni fino a 400x350x400mm o preserie.

Spring Srl ti offre la soluzione più innovativa

La possibilità di produrre in Additive Manufacturing particolari in Pekk rappresenta sicuramente una grande opportunità per le industrie. Spring srl è un’azienda specializzata nella tecnologia FDM (Fused Deposition Modeling) e ritiene che un constante sviluppo tecnologico sia alla base del successo globale del 3D Printing. Per questo motivo ogni anno circa l’11% del fatturato aziendale viene destinato ad attività di ricerca e aggiornamento per offrire ai propri clienti soluzioni sempre più innovative.

Leggi tutto...

Spring – nuove opportunità con la tecnologia additiva

PEKK (ANTERO 800NA): nuove opportunità con la tecnologia additiva

Il materiale Pekk (Antero 800NA) è ora disponibile per il processo additivo.

Vediamo nello specifico i vantaggi:

Alta resistenza chimica

Il materiale Pekk (Antero 800NA) è uno dei materiali più performanti e con la più alta resistenza chimica tra quelli disponibili per la tecnologia FDM (Fused Deposition Modeling). Pekk può essere impiegato negli aeromobili e nel settore Oil&Gas, applicazioni che difficilmente altri materiali riescono a soddisfare.  Il materiale ha inoltre superato il test militare standard MIL-STD-810G per la compatibilità chimica.

Alta resistenza termica

Oltre ad avere un’alta resistenza chimica, Pekk (Antero 800NA), ha un’elevata resistenza termica in quanto resiste fino a 150°C senza subire alterazioni di alcun tipo. L’elevata resistenza alle alte temperatura è stata progettata per consentirne l’utilizzo in applicazioni fuori cabina o nei vani motore.

Personalizzazione e produzione su richiesta

Un altro vantaggio importante della produzione additiva del Pekk (Antero 800NA) sta nel fatto che consente ai produttori di realizzare parti personalizzate e su richiesta eliminando giacenze a magazzino. La riduzione dei costi di magazzino implica l’aumento della redditività.

Nessun vincolo geometrico e riduzione del materiali di scarto

La tecnologia di Stampa 3D offre una libertà di progettazione mai vista prima. Con i processi tradizionali, i produttori acquistano il Pekk in forma di semilavorati (disponibili solo in forme e dimensioni limitate) e lo lavorano di macchina in forme nette e solide. Con questa lavorazione gran parte del materiale viene scartato. La tecnologia additiva prevede l’utilizzo del solo materiale necessario, eliminando drasticamente gli sprechi e permettendo di realizzare geometrie estremamente complesse.

Il supporto di Spring S.r.l

La nostra azienda mette a disposizione delle imprese le competenze dei propri ingegneri, tecnici e la strumentazione necessaria per realizzare particolari funzionali e prototipi con il nuovo materiale Pekk (Antero 800NA).

Leggi tutto...

GENOVA VETRINA DELLE TECNOLOGIE ADDITIVE

AITA-ASSOCIAZIONE TECNOLOGIE ADDITIVE, IIS-ISTITUTO ITALIANO DELLA SALDATURA e ANSALDO ENERGIA, con il patrocinio di 31.BI-MU (fieramilano, 9-13 ottobre 2018, www.bimu.it), FONDAZIONE UCIMU e UNINFO, organizzano il convegno Tecnologie additive, un’opportunità da cogliere, con la presenza di esponenti di spicco del settore che presenteranno casi di studio attinenti al mondo industriale.

Per maggiori info: http://www.aita3d.it/events/genova-vetrina-delle-tecnologie-additive/

Leggi tutto...

Tecnologie additive, un’opportunità da cogliere

5 luglio 2018, ore 9.30- 13.30

IIS – Istituto Italiano della Saldatura (sala convegni "Ugo Guerrera")
Via Lungobisagno Istria 15/A, Genova


nel pomeriggio, visita al lighthouse plant di Ansaldo Energia

 
ISCRIZIONE

Le tecnologie additive, ormai uscite dalla nicchia della prototipazione, sono in grado di portare un grande contributo, sia alle grandi aziende che alle PMI, nell’adozione dei paradigmi di Industria 4.0, a patto di essere correttamente scelte e inserite nel contesto aziendale.

Scopo dell’evento, organizzato da AITA-ASSOCIAZIONE TECNOLOGIE ADDITIVE, IIS e ANSALDO ENERGIA, con il patrocinio di 31.BI-MU (fieramilano, 9-13 ottobre 2018, www.bimu.it) e FONDAZIONE UCIMU,  è proprio quello di fornire alle aziende che utilizzano (o intendono utilizzare) le tecnologie additive

·        gli elementi per fare chiarezza sulle loro potenzialità e limiti;
·        un approccio integrato per la definizione dei prodotti e la scelta dei materiali (in particolare, polimeri e metalli) e dei processi;
·        le indicazioni per creare un contesto applicativo che sia efficace ed efficiente dal punto di vista tecnologico ed economico;
·        gli aspetti di sicurezza informatica che si connettono alle tecnologie additive e, più in generale, alla manifattura digitale.

Questo obiettivo sarà conseguito grazie alla presenza di esponenti di spicco del settore, collegati alle realtà del territorio, che presenteranno casi di studio attinenti al mondo industriale.

 Cordiali saluti.
 
Programma in allegato


Enrico Annacondia                                  Bruno Maiocchi

Le informazioni contenute nella presente comunicazione e i relativi allegati possono essere riservate e sono, comunque, destinate esclusivamente alle persone o alla Società sopraindicati e non sono da considerarsi comunicazioni personali, quindi eventuali risposte potranno essere conosciute da persone appartenenti all’azienda. La diffusione, distribuzione e/o copiatura del documento trasmesso da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario è proibita ai sensi dell’art. 616 c.p.
I dati forniti verranno utilizzati ai sensi dell'art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 – GDPR, anche tramite soggetti esterni, al fine di permettere l'espletamento degli adempimenti informativi, amministrativi e contabili connessi al rapporto contrattuale.
Se ha ricevuto questo messaggio per errore Ti preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente contattandoci mandando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
 
AITA-ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNOLOGIE ADDITIVE sede legale Viale F. Testi 128, 20092 Cinisello Balsamo-MI- C.F. 97707770158

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Mercato

Comunicazione tecnica per l'industria