Menu
Friday, 20 Luglio 2018
A+ A A-

Marcatura robotizzata per l’identificazione e la tracciabilità dei sensori

Nuovi investimenti in tecnologia e qualità. Una nuova stazione di resinatura con robot collaborativo e soprattutto un sistema di marcatura laser robotizzato approdano nell’unità produttiva di Pisogne di Euroswitch.

di Mario Lepo

Febbraio/Marzo 2018

Nuovi e importanti investimenti tecnologici hanno contrassegnato, accanto a un significativo aumento della produzione, l’anno che si è appena concluso per Euroswitch di Sale Marasino in provincia di Brescia, realtà di spicco nella progettazione e produzione di sensori per i più svariati settori industriali. Nel polo produttivo di Pisogne è stata, infatti, installata da poco una nuova stazione di resinatura con robot collaborativo antropomorfo a 6 assi, conforme alla norma europea ISO 10218, alla nuova TS 15066 sui requisiti di sicurezza dei robot industriali e con certificato dall’ente TUV per la condivisione dello spazio di lavoro con operatori umani in assenza di barriere di protezione. Nel caso specifico, il sistema di auto apprendimento consente di automatizzare completamente operazioni in precedenza manuali e gestire con estrema precisione i dosaggi delle resine.
Ma non è tutto. Oltre alla stazione di resinatura, è stato acquisito anche un nuovo forno statico ad alta uniformità di temperatura (il quarto in dotazione nella struttura) per la polimerizzazione delle resine atte a sigillare, proteggere e isolare i componenti elettronici ed elettromeccanici impiegati nella realizzazione dei sensori. Si tratta di uno strumento particolarmente sofisticato, con un software di controllo e comando (anche da remoto) per la gestione di un numero infinito di programmi e funzioni.
Entrambi i sistemi interagiscono direttamente con il sistema gestionale dell’azienda tramite la verifica e la registrazione dei dati, per un monitoraggio continuo del processo; il tutto in ottica Industria 4.0.

Il robot antropomorfo asserve il marcatore laser
Nuovi importanti investimenti, quindi, che confermano il costante impegno di Euroswitch per il raggiungimento e il mantenimento di livelli qualitativi sempre più elevati e per l’applicazione pratica delle soluzioni più innovative. Lo conferma anche il sistema di marcatura laser robotizzato con cui Euroswitch ha ulteriormente ampliato la propria dotazione tecnologica. Si tratta di una nuova stazione di marcatura laser dotata di robot antropomorfo per la movimentazione automatica dei pezzi da codificare (sensori o loro componenti).
Direttamente prelevati dal caricatore a magazzino verticale i sensori vengono marcati secondo l’istruzione riportata nel piano di produzione letta in automatico su datamatrix bar code. Si tratta di una soluzione estremamente evoluta per l’identificazione dei prodotti, in grado di realizzare lavorazioni molto rapide e precise e di garantire una perfetta visibilità dei codici, del proprio logo (o di quello dei propri clienti), al fine di garantire la costante tracciabilità del prodotto nel tempo; questo anche tramite la marcatura del QR-Code, dal quale poter in ogni momento ricavare, con procedura informatizzata, tutte le caratteristiche che identificano univocamente il pezzo. Euroswitch conferma una volta di più la propensione ad investire in innovazione per assicurare alla committenza finale un prodotto di elevatissimo profilo tecnologico.

Lascia un commento

Torna in alto

Mercato

Comunicazione tecnica per l'industria