Menu
Sunday, 19 Novembre 2017
A+ A A-

Parte la sfida per il progetto migliore

Si sono aperte le registrazioni alla prima edizione del “Premio Promozione Laser 2017”, aperto agli studenti universitari dei corsi di Laurea Magistrale chiamati a sviluppare un progetto per la realizzazione di un oggetto di arredamento impiegando prevalentemente processi di lavorazione - quali taglio o saldatura, per esempio - assistiti con sorgenti laser. Il miglior gruppo di studenti secondo la giuria della manifestazione, organizzata da Promozione L@ser, sarà premiato nel settembre 2017.

di Sergio Soriano

Settembre-Ottobre 2016

L’obiettivo della prima edizione del “Premio Promozione Laser 2017”, organizzato da Promozione L@ser, è contribuire alla diffusione delle conoscenze e delle competenze nell’ambito dei sistemi e delle lavorazioni laser. Un’occasione di incontro e confronto, insomma, per stimolare il dialogo tra mondo della ricerca e mondo industriale tramite il coinvolgimento degli studenti degli insegnamenti universitari in un progetto di reingegnerizzazione di un prodotto esistente attraverso un nuovo disegno, che ponga principalmente l’attenzione sui processi assistiti dal laser. La competizione nazionale è incentrata sulla conoscenza e l’applicazione dei processi e dei sistemi di lavorazione; è aperta a gruppi (anche interdisciplinari) di studenti universitari impegnati nei corsi di Laurea Magistrale. I gruppi di lavoro dovranno sviluppare, sotto la supervisione di tutor accademici ed eventualmente in collaborazione con imprese, un progetto per la realizzazione di un prodotto, impiegando prevalentemente processi di lavorazione assistiti con sorgenti laser (taglio, saldatura ecc.) e completando il ciclo di fabbricazione con i processi necessari all’industrializzazione dell’oggetto.

Scelta del prodotto e modalità di presentazione
Il prodotto proposto per la competizione è un oggetto di arredamento urbano scelto tra un lampione oppure, in alternativa, una panchina per arredamento urbano. Il progetto dovrà essere corredato da schizzi e disegni del prodotto finale. Disegni e schizzi delle fasi del ciclo di fabbricazione potranno essere aggiunti per esplicare le fasi della lavorazione e dell’assemblaggio, includendo informazioni sui sistemi di lavorazione e sulle attrezzature impiegate. Affinché il progetto possa essere valutato dalla giuria, i cui componenti saranno selezionati tra i membri dell’AITeM, è necessaria la presentazione di un prototipo virtuale, mentre la presentazione di un prototipo fisico dell’oggetto - realizzato secondo il ciclo di fabbricazione proposto, eventualmente in scala - è raccomandata ma facoltativa.Oltre a tutte le indicazioni tecniche necessarie a realizzare il prodotto, il progetto deve contenere un business model e tutte le valutazioni economiche necessarie a definire i costi di fabbricazione e il prezzo di vendita, nonché individuare la strategia di collocazione del prodotto sul mercato.

La cerimonia di premiazione a settembre 2017
È possibile registrarsi alla competizione fino al 31 ottobre 2016 (primo semestre) e dal 15 marzo al 30 aprile 2017 (secondo semestre). Entro il 31 luglio 2017, invece, le relazioni possono essere sottoposte alla giuria, che le valuterà durante la conferenza AITeM del settembre 2017. Nello stesso mese è prevista la cerimonia di premiazione, durante la quale sarà selezionato il gruppo di studenti che avrà presentato il progetto migliore. In palio c’è un premio di 3.000 euro, che potrà aumentare per i contributi degli sponsor dell’iniziativa (IPG Photonics, Optoprim, la rivista Applicazioni Laser e Trumpf).

Chi organizza la competizione
L’AITeM (Associazione Italiana di Tecnologia Meccanica) è stata costituita nel 1992, inizialmente da un gruppo di docenti universitari. Oggi conta soci accademici, industriali e provenienti dai centri di ricerca e rappresenta il punto di riferimento culturale e professionale in Italia sui sistemi di produzione manifatturieri e sui processi di trasformazione. Promozione L@ser è una sezione dell’AITeM. È stata fondata nel 2005 allo scopo di diffondere la “cultura Laser” in Italia attraverso il continuo dialogo tecnico e scientifico tra le anime che la costituiscono: il mondo universitario, i centri coinvolti nella ricerca scientifica e applicata, le industrie che producono le sorgenti laser, gli integratori dei sistemi di lavorazione e gli utilizzatori dei sistemi laser.

Articoli correlati (da tag)

Lascia un commento

Torna in alto

Mercato

Comunicazione tecnica per l'industria