Menu
Saturday, 22 Luglio 2017
A+ A A-

Una saldatrice laser a 17 assi per il settore automobilistico

La saldatrice laser con piano di lavoro e fissaggio magnetico. La saldatrice laser con piano di lavoro e fissaggio magnetico.

Oltre a una produzione efficiente, oggi gli obiettivi dichiarati del settore automobilistico sono la riduzione del consumo di carburante dei veicoli e il miglioramento della sicurezza per i passeggeri. Le auto devono essere più leggere e allo stesso tempo più sicure. La saldatrice laser di Soutec viene incontro a queste esigenze attraverso l’assemblaggio di lastre con spessore e rigidità diversi. In pratica, tutte le auto che percorrono le nostre strade hanno un pezzo di carrozzeria saldato con macchinari Soutec.

di Mario Lepo

Novembre-Dicembre 2015

Per le linee di saldatura e i “Tailored Blanks” più complessi, ANDRITZ Soutec ha migliorato la saldatrice laser di tipo “Soutrac” dotandola di nuova tecnologia e di un dispositivo di controllo innovativo. Il cuore della macchina è la testa di saldatura a 9 assi, che permette di saldare anche linee non lineari. Sulla testa, davanti e dietro l’ugello di saldatura, è posta una telecamera rotante regolabile in altezza che permette di procedere con precisione sulla linea di saldatura. Ciò permette anche di eseguire un esaustivo controllo della qualità e garantisce un processo di saldatura stabile, conforme con i più elevati standard di qualità. Durante la saldatura, gli spazi di dimensione inferiore a 0,3 mm tra le lastre da saldare vengono riempiti con filo di apporto (Soufil) in modo dinamico e preciso. La saldatrice è dotata di controllo CNC Flexium+ di NUM con funzioni di sicurezza. La macchina è costituita dalla saldatrice vera e propria e da un’unità di carico, e ha in totale 17 assi. L’asse X della saldatrice è realizzato con una struttura a ponte con due motori poiché il piano con il fissaggio magnetico e il materiale pesa 1,5 tonnellate. Può avere un’accelerazione di 4 m/s2, che permette di passare da 0 a 120 m/min in 1 solo secondo. Il laser ha una potenza di 6 kW ed è in grado di saldare lastre di materiale diverso e con rigidità differente. La velocità di saldatura è di circa 10-12 m/min. Meccanica di precisione e controllo CNC all’avanguardia realizzati in stretta collaborazione da ANDRITZ Soutec e NUM permettono a questa saldatrice di alta precisione di soddisfare in modo rapido, preciso e flessibile le esigenze del settore automobilistico. I tempi di preparazione della macchina sono rapidi e la preparazione è semplice. Questo è importante per ridurre al minimo i tempi di fermo macchina, aumentandone notevolmente la redditività.

Rinnovata per soddisfare le nuove esigenze
Attraverso l’acquisizione nel 2012 di Soutec AG, con sede a Neftenbach (Svizzera), l’austriaca ANDRITZ ha ampliato il portafoglio di prodotti offerti per l’industria della lavorazione dei metalli e ha consolidato la sua presenza nel settore a livello mondiale. ANDRITZ Soutec è un’azienda che produce sistemi di saldatura a resistenza, a rulli e laser, e collabora da circa 30 anni con NUM allo sviluppo di macchine CNC. Con le saldatrici Soutec è possibile realizzare prodotti di materiale da costruzione leggero quali le lastre della carrozzeria di automobili, ma anche serbatoi del carburante o componenti dell’impianto dei gas di scarico. Le sofisticate macchine ANDRITZ Soutec permettono ai produttori di auto di realizzare vetture più leggere e sicure nel modo più ottimale possibile e garantiscono un’alta redditività dell’investimento. ANDRITZ Soutec lavora a stretto contatto con i clienti per individuare con largo anticipo le nuove esigenze del mercato e avviare così prontamente le innovazioni necessarie. È proprio quello che è successo alla macchina Soutrac esistente, che è stata rinnovata per soddisfare le nuove esigenze. L’ingresso nel gruppo ANDRITZ ha rappresentato una grossa opportunità per l’azienda di Neftenbach, che si è integrata alla perfezione pur mantenendo una certa autonomia. Così come Soutec iniziò la sua attività oltre 60 anni fa come piccola azienda, anche il grande gruppo è stato piccolo: nel 1852, in Austria, venne fondata una piccola fonderia di ghisa che con il tempo si è trasformata nel “gigante della tecnologia” ANDRITZ. Per essere sempre all’avanguardia in campo tecnologico, ANDRITZ dispone di numerosi centri di ricerca di alto livello che migliorano prodotti e processi esistenti o ne sviluppano di nuovi. Lo sviluppo di tecnologie su misura occupa una posto di primo piano nell’attività di questi centri. Così com’è sempre stato in Soutec, queste vengono sviluppate in stretta collaborazione con partner strategici quale NUM e con i clienti finali. Inoltre, ANDRITZ è costantemente impegnata nella salvaguardia dell’ambiente attraverso la riduzione del consumo di energia e risorse nei processi di produzione e l’estensione del ciclo di vita di macchine e impianti.

Lascia un commento

Torna in alto

Mercato

Comunicazione tecnica per l'industria