Menu
Sunday, 28 Maggio 2017
A+ A A-

Il texturing perfetto è estetico e funzionale

Un concentrato di prestazioni con un ingombro limitato è la caratteristica principale della AgieCharmilles LASER 400 di GF Machining Solutions. Un concentrato di prestazioni con un ingombro limitato è la caratteristica principale della AgieCharmilles LASER 400 di GF Machining Solutions.

La nuova AgieCharmilles LASER 400 di GF Machining Solutions rappresenta il futuro del texturing. Come unica soluzione sul mercato specificatamente ideata per il texturing estetico e funzionale di parti di precisione, combina l’uso di un laser a femtosecondi con una movimentazione del pezzo a 5 assi. È una macchina compatta che concentra prestazioni d’alta precisione e risultati ripetibili in un’unica soluzione per il texturing di orologi, gioielli, piccoli inserti, utensili da taglio e pezzi di micro-lavorazione.

di Fabrizio Garnero

Settembre-Ottobre 2015

Alte prestazioni e qualità ripetibile all’infinito sono le caratteristiche chiave della LASER 400, che è disponibile in versione da 3 o 5 assi e rappresenta una soluzione specificatamente ideata per la lavorazione di piccole parti. La produzione a breve termine di parti, forme e stampi di tipo complesso risulta molto semplice, grazie a un processo interamente digitalizzato. Ciò semplifica notevolmente la procedura di texturing e consente di passare attraverso un procedimento totalmente privo di errori, dalla progettazione alla parte finita. Il processo digitale consente, infatti, di prevedere già in fase di progettazione quale sarà il risultato finale ottenuto con la lavorazione di complesse parti in 3D, abbreviando così notevolmente i tempi di consegna e aumentando la redditività. Tutto il software necessario per operare la LASER 400 è incluso, pertanto questo rivoluzionario processo di texturing risulta facilmente accessibile, quasi plug-and-play.

Prestazioni elevate e qualità di finitura eccezionale
Il concetto modulare della LASER 400 prevede una testa laser “tutto in uno” brevettata, in grado di combinare due sorgenti laser per il texturing e/o l’incisione della stessa superficie in un unico procedimento. L’esclusivo design della testa offre pertanto ulteriore flessibilità, rendendo possibile il passaggio automatico tra le due sorgenti laser installate. In tal modo, si può ridurre il tempo di lavorazione, combinando due operazioni di texturing differenti eseguite con la stessa macchina. La LASER 400 può combinare l’impiego di un laser a femtosecondi con una procedura di texturing a 5 assi ed è la prima macchina di questo genere a offrire questa combinazione in fase di produzione. L’uso di un laser a femtosecondi offre inoltre un grande vantaggio: i materiali sottoposti a questo genere di texturing non passano attraverso uno stadio di fusione, pertanto la lavorazione del pezzo risulterà completamente senza sbavature, eliminando così le procedure di post-trattamento normalmente necessarie per risolvere questo problema. La LASER 400 offe quindi prestazioni elevate e una qualità di finitura eccezionale, permettendo così di risparmiare tempo e di conseguenza denaro. La LASER 400 esegue alla perfezione il texturing e l’incisione di un’ampia gamma di materiali: acciaio, alluminio, grafite, rame e ceramica. Con l’aggiunta della sorgente laser a femtosecondi le possibilità si espandono, permettendo la lavorazione di vetro, zaffiro e polimeri. A seconda delle esigenze vi è quindi la possibilità di scegliere se equipaggiare una o due sorgenti laser.

Soli due metri quadrati di superficie
Grazie al suo design compatto, la LASER 400 può essere facilmente trasportata anche all’interno di un ascensore e quindi può venire integrata agilmente in una linea di produzione esistente. L’efficacia e la flessibilità nel texturing di questa macchina sono rese ancor più interessanti dal suo ingombro ridotto, garantendo così più produttività per metro quadrato. Nonostante il design compatto, la macchina è dotata di una generosa area di lavoro di 600 x 400 x 250 mm, di facile accesso attraverso due grandi portelli scorrevoli, che ne consentono, inoltre, un agevole monitoraggio durante il processo di lavorazione. Il design altamente flessibile della LASER 400 la rende ancora più accessibile alla clientela: cominciando con la versione a 3 assi, si può facilmente passare in un secondo tempo a un aggiornamento per una configurazione a 5 assi, in maniera facile ed economica. Poiché la LASER 400 è pronta per l’automazione, aumentarne i tempi di produzione è facilissimo: basta aggiungere un pallet changer System 3R per incrementarne l’efficacia e la flessibilità; utile specialmente per parti con tempi di lavorazione relativamente brevi.

Lascia un commento

Torna in alto

Mercato

Comunicazione tecnica per l'industria