Menu
Sunday, 28 Maggio 2017
A+ A A-

Alla salute della “marcatura green”

I marcatori laser Macsa, distribuiti nel nostro Paese dalla società Tradex, sono utilizzati per marcare i drink Bacardi. Due i motivi principali di questa scelta: l’assenza di contaminante nelle tecnologie di codifica e un coefficiente di anticontraffazione superiore.

di Laura Alberelli

Maggio-Giugno 2015

Bacardi Limited è uno dei più famosi produttori mondiali di alcolici. La storia nasce da una modesta famiglia catalana, che nella seconda metà del 1800 lascia il vecchio continente per cercare fortuna nel nuovo mondo. Nel 1863 nasce a Cuba il mito del pipistrello (logo storico del brand Bacardi) che è arrivato ai giorni nostri resistendo a guerre, nazionalizzazioni e leggi sul proibizionismo americano. Nell’espansione del marchio il 1993 è un anno memorabile; infatti a 6 anni dall’inizio della partnership commerciale il gruppo americano si fonde con l’italiana Martini & Rossi dando vita al 3° gruppo mondiale per canale distributivo. Contestualmente si aprono ulteriori opportunità di sviluppo nei paesi emergenti come India, Cina e Brasile. Oggi la Bacardi Ltd. conta siti produttivi in 3 continenti e circa 200 etichette distribuite in oltre 100 nazioni.

Codificato il lotto di produzione in diversi formati e su diverse etichette
Con il crescere della richiesta, i siti produttivi sono chiamati a nuove sfide che coinvolgono anche le fasi di codifica. La volontà di trovare una soluzione di “marcatura green” - nessun contaminante nelle tecnologie di codifica - e con un coefficiente di anticontraffazione superiore, portano la filiale Bacardi Espana, S.A. (Martini) alla scelta dei marcatori laser Macsa. I laser K-Series posizionati direttamente sulle etichettatrici codificano il lotto di produzione in diversi formati e su diverse etichette. Al contrasto ottimale ottenuto sulle etichette con fondo scuro si replica la marcatura con semi-perforazione del substrato sulle etichette con fondo bianco. Macsa K-Series è un marcatore laser CO2 dotato di scanner galvanometrico con potenze dai 10 agli oltre 100 Watts, che si presenta in un filante chassis in alluminio sia nella versione stand alone che nella configurazione con testa e rack di potenza separato. La vasta gamma di opzionali - dal sistema con testa separata, alla configurazione IP65, al gruppo ottico dotato di sistema beam expander, ecc... - la rende la soluzione più indicata per gli integratori e i costruttori di linee di confezionamento e riempimento. Distributore unico sul mercato italiano dei laser Macsa è la società Tradex. La partnership pluridecennale con il costruttore spagnolo di laser permette a Tradex di fornire soluzioni di marcatura destinate sia al comparto packaging che all’industria delle plastiche, gomma e metalli.

Lascia un commento

Torna in alto

Mercato

Comunicazione tecnica per l'industria